fiorano oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

Il consiglio torna online, Manfredini (gruppo misto): “scelta per favorire la maggioranza”

Il consiglio torna online, Manfredini (gruppo misto): “scelta per favorire la maggioranza”

giovedì 22 luglio 2021
di Paolo Braglia

Ancora divergenze tra la maggioranza fioranese ed il gruppo misto formato da Stefano Manfredini (in foto) e Donato Gualmini, consiglieri comunali che nelle scorse settimane hanno lasciato la lista civica “Francesco Tosi è il mio Sindaco”. Manfredini e Gualmini esprimono il loro dissenso verso la decisione di organizzare online il prossimo consiglio comunale, e non in presenza, come si era ripreso a fare già in occasione della seduta di fine giugno. “La settimana scorsa alla capigruppo il presidente del consiglio comunale Alessandro Reginato aveva detto che stava valutando la possibilità di convocare la prossima seduta online, trovando subito l’opposizione di metà dei gruppi consiliari perché la modalità online era una soluzione per il momento pandemico ed è molto più complicata da gestire – racconta Stefano Manfredini – abbiamo espresso la nostra contrarietà, inoltre io e Gualmini abbiamo formulato un documento per chiedere che il consiglio venga fatto online solo quando necessario”. La convocazione del prossimo incontro in videoconferenza quindi è stata accolta con sorpresa dagli esponenti del gruppo misto; secondo Manfredini la decisione sarebbe dettata dall’assenza di un rappresentante della maggioranza, in vacanza. “Questo crea un precedente gravissimo. Il presidente sta andando a compromettere il funzionamento del consiglio comunale per favorire il suo partito – sostiene Manfredini –. In questa seduta si vota il bilancio ed in caso di mancata approvazione il Comune rischia il commissariamento”, rischio che non appare concreto visto che proprio i due esponenti del gruppo misto avevano annunciato che non si sarebbero opposti all’approvazione stessa: “avendo un consigliere in vacanza – conclude Manfredini - in caso di nostra contrarietà, cosa che temono, non arriverebbero al quorom”.



 


  • Target Group