fiorano oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

Passaggio al "gruppo misto" di Manfredini e Gualmini, il commento del sindaco Tosi

Passaggio al "gruppo misto" di Manfredini e Gualmini, il commento del sindaco Tosi

giovedì 1 luglio 2021
di Paolo Braglia

Il sindaco di Fiorano Francesco Tosi (in foto) con una lunga nota commenta il passaggio al “gruppo misto” dei consiglieri Stefano Manfredini e Donato Gualmini, eletti con la lista civica “Francesco Tosi è il mio sindaco”. A comunicare l’uscita nelle scorse settimane erano stati proprio i due consiglieri parlando di un’insoddisfazione accresciutasi nel tempo e ritenendo sbagliato appoggiare scelte non pienamente condivise: “La Giunta – avevano scritto in una nota Manfredini e Gualmini - non mancherà del nostro appoggio per tutte le questioni condivise in campagna elettorale e nelle linee di mandato, ma ci riserbiamo di valutare singolarmente ogni proposta”. Nella nota di oggi il primo cittadino si dice stupito dalla vicenda: “perché – scrive Tosi - vedo una sproporzione enorme tra le motivazioni che mi sono state comunicate e il significato reale di una decisione simile e delle sue implicazioni, al di là della consapevolezza che se ne può avere”. Nel testo Tosi spiega quella che, a suo modo di vedere, è la differenza tra un membro della maggioranza ed uno della minoranza: “Un consigliere di minoranza può permettersi, ad esempio, di decidere anche sul momento che posizione prendere, ma chi fa parte della maggioranza porta su di sé la responsabilità collegiale davanti ai cittadini di tenere istituzionalmente in piedi il paese, di rispettare le scadenze di legge, di garantire la governabilità secondo le linee di mandato del Sindaco. È per questo che i consiglieri comunali di maggioranza sono stati eletti. Non si tratta di una mia idea: le linee di mandato del sindaco sono le uniche presentate ai cittadini nella tornata elettorale (non esiste un programma delle liste o di singoli consiglieri)”. Tosi evidenzia poi quello che ritiene essere un paradosso, ovvero che: “il consiglio comunale di Fiorano, in questi due primi anni di mandato, ha collezionato un numero molto alto e insolito di delibere approvate alla unanimità: più della metà! A volte è accaduto che le minoranze si siano astenute addirittura su delibere di assestamento di bilancio. Ciò significa che c’è stata una sostanziale condivisione della stessa minoranza su molte delle scelte fondamentali dell’amministrazione”.


 


  • Target Group