fiorano oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

L’assessore Busani scrive un messaggio agli studenti in vista della ripartenza delle scuole

L’assessore Busani scrive un messaggio agli studenti in vista della ripartenza delle scuole

venerdì 11 settembre 2020
di Eleonora Alboresi

Sempre più vicino l’inizio dell’anno scolastico. L’assessore all’istruzione Luca Busani, in vista del ritorno sui banchi, ha scritto una lettera alle famiglie degli alunni fioranesi per augurare loro una buona ripartenza. “In un racconto di Dino Buzzati, intitolato Sette Piani, - si legge nel messaggio di Busani – un uomo apparentemente sano, passo di reparto in reparto all’interno di un ospedale specializzato nella cura di una misteriosa malattia e, per una serie di vicissitudini e casualità, alla fine si ritrova nel reparto dei malati più gravi, quasi senza rendersene conto. Il quesito che vogliamo porre a tutti, in questo momento, è proprio lo stesso della surreale storia di Buzzati: siamo davvero consapevoli di tutto quello che abbiamo attraversato e del rischio reale rappresentato dal virus Covid-19? E, sostituendo al protagonista del racconto la società italiana, siamo altrettanto consapevoli della posizione che occupa in questa pericolosa graduatoria? Le risposte sono tutt’altro che banali, e impongono riflessioni delicate e profonde, proprio come ci impone la ripresa delle scuole. Rappresenta quindi un grandissimo traguardo e, al tempo stesso, un’immensa responsabilità, riaprire “in presenza” tutte le scuole fioranesi di ogni ordine e grado. Le nuove regole sono innumerevoli, così come i cambiamenti, ma siamo certi che molti di questi ci permetteranno di migliorare, a patto che saranno osservate da tutti noi, e magari, quando l’emergenza sarà superata, diventeranno sistematici, contribuendo ad un progresso collettivo. D’altra parte, come diceva il capo-infermiere nel racconto di Buzzati, si tratta di “una sistemazione assolutamente provvisoria”, e in questo momento la scuola viene prima di tutto. E prima di tutto, tutti a scuola!”


 


  • Target Group

  • Florim