fiorano oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

Da domani la fase due entra nel vivo: diverse riaperture, ma serve prudenza

Da domani la fase due entra nel vivo: diverse riaperture, ma serve prudenza

domenica 17 maggio 2020
di Paolo Braglia

Domani si entra a pieno regime nella fase due. Ieri sera il premier Giuseppe Conte nel corso di una conferenza stampa ha illustrato le misure contenute nel nuovo decreto, in vigore da lunedì 18 maggio. A partire da domani sarà possibile spostarsi all’interno della regione senza limitazioni: non sarà più necessaria l’autocertificazione e riprende anche la vita sociale (es. incontri con gli amici). Ancora valido, invece, il divieto di creare assembramenti in luoghi pubblici; bisognerà ancora prestare attenzione al rispetto del metro di distanza interpersonale e all’utilizzo delle mascherine. Gli spostamenti oltre i confini regionali saranno possibili solo per motivi di lavoro, salute e urgenza; dal 3 giugno, se i dati della curva epidemiologica continueranno ad essere incoraggianti, ci si potrà muovere sull’intero territorio nazionale e sarà possibile viaggiare all’interno degli stati dell’Unione Europea (senza obbligo di quarantena per chi arriva in Italia). Domani riapriranno i negozi di vendita al dettaglio, le attività di cura della persona (parrucchieri, barbieri e centri estetici), le attività per la ristorazione (a condizione che le Regioni accertino che la curva epidemiologica sia sotto controllo e che vengano adottati protocolli di sicurezza). Sempre da domani ripartiranno le attività degli stabilimenti balneari, gli allenamenti degli sport di squadra e i musei riapriranno le loro porte ai visitatori. Dal 18 maggio è prevista anche la ripresa delle celebrazioni liturgiche e religiose in ossequio alle disposizioni di sicurezza stabilite nei protocolli firmati nei giorni scorsi dal Governo e dalle rappresentanze delle varie comunità religiose. Palestre, piscine e centri sportivi riapriranno il 25 maggio, mentre il 15 giugno sarà il turno di cinema e teatri. “Affrontiamo questa fase due con voglia di ricominciare ma con prudenza”, ha detto il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. (foto: screenshot via www.governo.it)



 


  • Target Group

  • Florim