fiorano oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

Il piano d’azione del Comune per far fronte al cambiamento climatico

Il piano d’azione del Comune per far fronte al cambiamento climatico

giovedì 4 marzo 2021
di Paolo Braglia

Presentato questa mattina durante una conferenza stampa online, il PAESC, il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima, redatto in collaborazione con AESS (Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile) e con il contributo della Regione, approvato con il pieno appoggio del consiglio comunale. Il PAESC è un documento nel quale viene illustrato in che modo si intende raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2. L’obiettivo che pone il piano è una riduzione di emissioni di CO2 del 50% pro-capite entro il 2030 (per un calo delle emissioni pari a 187.629 tonnellate annue, rispetto a quelle prodotte nel 1998, preso come “anno base”) e per raggiungerlo sono state individuate 27 azioni di mitigazione che riguardano 8 diversi settori, vale a dire: settore industriale; trasporti; edifici residenziali; edifici e attrezzature del terziario; produzione locale di energia elettrica; edifici e attrezzature pubbliche; agricoltura; attività di formazione e sensibilizzazione. Una delle azioni, che si sta già sviluppando sul territorio, è quella che interessa la riqualificazione della rete di illuminazione pubblica e che porterà a dimezzare i consumi in quell’ambito (rispetto a quelli del 2018) entro il 2030. Il piano tiene conto anche di quelli che sono i rischi ai quali è maggiormente esposto il territorio di Fiorano (caldo estremo, siccità, piogge intense, frane) e presenta 13 azioni di adattamento.

Nel corso della conferenza il sindaco Tosi ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione sul tema ambiente, ricordando, tra le altre cose, l’approvazione del Protocollo di contenimento delle emissioni, firmato nel 2019 da dieci sindaci del Distretto e da Confindustria Ceramica. Il sindaco ha anche chiamato in causa i cittadini: “Il problema del clima – ha detto Tosi – o lo affrontiamo con una presa di coscienza da parte di tutti o non lo risolviamo”. Tosi ha anche chiesto alla cittadinanza di usufruire dei bonus messi a disposizione dello Stato per interventi che portano ad un risparmio energetico.

“Il PAESC è l’opportunità di declinare le problematiche del clima da una scala globale ad una scala locale”, ha spiegato l’assessore all’ambiente Davide Branduzzi (in foto), mettendo in evidenza l’importanza del piano nell’instaurare la giusta consapevolezza del tema ambientale tra pubblica amministrazione, cittadini ed imprese.

Alla conferenza di questa mattina hanno partecipato anche la responsabile del servizio ambiente del Comune, Marzia Conventi, la collaboratrice AESS, Francesca Gaburro e Benedetta Brighenti, presidente di AESS. Proprio da AESS sono arrivate parole di stima nei confronti del Comune per la redazione del piano. L’amministrazione sta anche valutando la possibilità di partecipare ad un programma, che coinvolge amministrazioni di tutta Europa che hanno adottato il PAESC, per uno scambio di idee.



 


  • Target Group